Tratto dal libro Vinyasa Krama, di Matthew Sweeney, tradotto da Gaia Tiboni

“Vinyasa Krama presenta 5 meravigliose sequenze di asana, che io (ndt. Matthew Sweeney) ho sviluppato nella mia pratica personale, ognuna di esse si è presentata a me in un modo unico e spesso inaspettato. Questo libro è il mio tentativo di dare varianti utili e interessanti di asana ai praticanti e agli insegnanti di ogni tradizione, età o abilità. Queste sequenze fluide, guidate dalla qualità del vostro respiro, porteranno stabilità alla vostra pratica quotidiana, in modo particolare se in qualche modo è diventata dolorosa, stantia, o incompleta. Vi ispireranno e guideranno la vostra pratica a nuovi livelli, portando nuova luce e consapevolezza a ogni singolo movimento.

Matthew Sweeney, 2013

Il completamento delle sequenze è andato avanti per più di 10 anni, attraverso la partecipazione di molti studenti, ognuna di queste sequenze è stata organizzata in un formato completo che è offerto qui. Insegnanti e studenti possono adottare queste sequenze per i loro bisogni. Queste sequenze richiedono una ferma disciplina, consapevolezza di sé. Sono da imparare in maniera appropriata e dovrebbero essere insegnate da un insegnante qualificato. Ricordate, voi avete la responsabilità delle vostre azioni.

Il sistema dello yoga non è statico. Ci sono tanti metodi di yoga, quanti praticanti di yoga. Offro queste sequenze al pubblico sapendo che la sfera pubblica potrebbe riarrangiare le sequenze. So che evolveranno e cambieranno con ogni nuovo studente che si approccia ad esse, esattamente come si sono evolute e cambiate per adattarsi alla mia crescita personale e alla crescita di molti studenti ai quali ho insegnato. Le varianti nella pratica di asana e Vinyasa che sto comunicando rivelano solo alcune delle meravigliose possibilità che la vostra pratica di yoga può avere. Cercate di bilanciare questa creatività con impegno e consistenza.

Il termine Vinyasa Krama, conosciuto anche come “muoversi con numeri”, è la tradizione di praticare asana in una sequenza fluida connessa armoniosamente dal respiro. Krama significa “un passo” o “a gradi”. Significa anche imparare le posture una per una, osservando l’ordine corretto. Le seguenti cinque sequenze sono pratiche di asana interconnesse in un ordine crescente di difficoltà. Si assume che voi abbiate esperienza con la prima serie tradizionale di Ashtanga Vinyasa Yoga prima di cominciare queste 5. Vinyasa Krama è anche una frase usata dal professor T. Krishnamacharya per comunicare due differenti, ma complementari, approcci. Il primo lui lo chiamava Vinyasa Chikitsa, un metodo terapeutico di movimenti che forniscono gli step necessari per facilitare l’entrata in un asana secondo la propria costituzione. La seconda lui la chiamava Vinyasa Shakti, un metodo secondo il quale lui contava i numeri a un gruppo, così che loro potessero seguire schemi di movimenti in maniera precisa e coerente. Per capire questi due approcci è utile conoscere la storia di questi soggetti.

ॐ Shanti

pace a tutti gli esseri

Matthew Sweeney”

 


Saluti alla Luna A e B:

sequenza stampabile:

vinyasa krama

praticati da Gaia e guidati da Marco:

 

Saluti al sole C:

sequenza stampabile:

vinyasa krama

praticati da Gaia e guidati da Marco: